Agenda Letteraria del 6 marzo 2020

“Già da piccolo capivo che me la sarei dovuta cavare da solo.

Sono diventato così un ragazzo silenzioso, chiuso in sé stesso, che si inventava i suoi giochetti tra i mobili e i tappeti dell’appartamento.”

 

H. M. van den Brink” Sull’acqua”  Marsilio Editore

One thought on “Agenda Letteraria del 6 marzo 2020

  1. “Il mio primo ricordo del fiume è fatto soprattutto di luce e spazio”.

    “Non riesco a vedere bene il viso, ma conosco il suo sguardo, Beffardo. Amichevole e beffardo”.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.