Agenda Letteraria dell’11 marzo 2020

 

“E pensava a sua madre che era sempre stata una donna assente e che adesso aveva un lavoro part-time in uno studio dentistico in paese; non pareva avere un granché da dirle la sera, e questo molte volte a Kayley faceva male; si sentiva proprio una piccola onda di dolore attraversarle il torace, e pensava: Per questo si dice ferire i sentimenti delle persone, perché fanno proprio male come una ferita.”

 

Elizabeth Strout “Olive ancora lei” Einaudi

One thought on “Agenda Letteraria dell’11 marzo 2020

  1. “E così quel giorno passato insieme si accartocciò su se stesso come una cosa di ieri”.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.