Agenda Letteraria del 13 marzo 2020

 

“Dopo il terremoto le famiglie degli impiegati e dei commercianti si erano ritrovate con i minatori, i delinquenti e i braccianti, nella stessa baraccopoli.

Ma l’eco della catastrofe che livella era presto stata soffocata dal ritorno alla vita.

Quando arrivò Italo, l’ordine si era già da tempo ricomposto lasciando i minatori e i braccianti a est e i delinquenti giù per la discesa.

Le famiglie bene erano riuscite a farsi mettere vicine, nella parte occidentale, alta e ventosa del villaggio.”

 

Carola Susani “Terrapiena” minimum fax