Agenda Letteraria del 26 marzo 2020

 

“Sbiadire come sbiadiscono le notti azzurre, andarsene come se ne va il fulgore.

Tornare nell’azzurro.

Ho visto con i miei occhi le porte della cattedrale sbarrate alle sei.

So cos’è che sto provando adesso.

So cos’è la fragilità, so cos’è la paura. La paura non è per ciò che è andato perso.

Ciò che è andato perso è già murato in una parete.

Ciò che è andato perso è già chiuso dietro porte sbarrate.”

 

Joan Didion  “Blue Nights”  il Saggiatore

One thought on “Agenda Letteraria del 26 marzo 2020

  1. La prima volta che la vidi doveva avere quattordici o quindici anni, non ancora completamente a suo agio nella propria pelle, un’adolescente insicura ma risoluta

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.