Agenda Letteraria del 27 marzo 2020

 

“L’impedimento che mi frena mentre sono in procinto di reimbarcarmi sullo stretto fiume immobile non ha a che fare con il timore di rompere l’incanto di un ricordo.

Piuttosto proviene dall’impossibilità di ritrovare, da svegli, la luce senza nucleo di un sogno che magari si sarebbe in grado di ravvivare, e il suo ritmo, sempre cangiante pur senza intrattenere alcun rapporto con i concetti di velocità e lentezza.”

Julien Gracq  “Acque strette”  L’Orma Editore