@DScopigno propone una sua poesia nel sito di @CasaLettori

@DScopigno propone una sua poesia nel sito di @CasaLettori

 

Si fa sera e la spirale eterna,

muta come musica sovrana,

a sollevar la stella arcana

che volge il tempo oltre la natura umana.

Si abbassa così timida la luce e solo mi nascondo,

ad aspettare il buio cupo che oscura il mondo.

Ed anche se d’estate s’annuncia feroce il canto,

io vivo soffocato in questo ossario affranto,

dove la luce è polvere di vite strozzate,

dai sogni putridi e invecchiati,

di chi li ha uccisi presto per non vederli realizzati.

Muoiono cosí gli uomini soli e nell’attesa,

volgono al ciel lo sguardo alla cometa,

che anche se ignara passa oltre lo spazio,

può sollevare l’anime impure dallo strazio,

di dover essere sempre pronte a primeggiare

per dare un verso assente alle loro vite amare.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.