@EmaPaladino recensisce “Confidenza” Domenico Starnone Einaudi

 

@EmaPaladino recensisce “Confidenza” Domenico Starnone Einaudi

 

 

Hai paura, eh?”.

Potrebbe essere il miglior riassunto per capire l’essenza dell’ultima
fatica di Domenico Starnone, tra i migliori se non il più importante
esponente vivente della narrativa italiana contemporanea. La storia
coinvolge Pietro Vella (professore liceale, tutto d’un pezzo ma
profondamente ancorato alla sua condizione d’incompreso) e Teresa (già
sua studentessa, personalità verace) . I due fidanzati, dopo un
ennesimo litigio, si confidano un loro segreto di quelli forti e
difficilmente raccontabile. Poco dopo i due si lasciano, le strade si
dividono. Cambiano vita ma quella confidenza li lega paradossalmente
più di prima.
Sarà l’inizio di un lungo “viaggio” psicologico e umano dove gli altri
protagonisti della storia diventano, di fatto, pedine di queste figure
così particolari.

Starnone ha fatto di nuovo centro, si conclude un ciclo apertosi con
“Lacci” e “Scherzetto”.