@lucianadifilip1 propone una sua poesia

 

LEI
Ondulato corpo
nascosto sotto veli di tenebre
dolce sorriso
languido sguardo
dal fare felpato
viva condiscendenza
di un uccello ingabbiato.

Forza procreatrice
bersaglio
su cui Cupido,da sempre,
ha lanciato le sue frecce
anonima consorte,di un signore
che in lei ripone il suo onore.

Salice piangente
postazione perdente
ha necessariamente
le stampelle ,di un tutore.

Mondo da esplorare
sensuale testo da cantare
intricato supporto,da contrattare.

Anima sognante
spirito delirante
da costruire,
per le costrizioni di un oppressore.

Dolore fatale
disperazione insulsa
le cose da trascurare
tutto a cui rinunciare
di giorni
passati,per far passare.

Inafferrabile poesia
ignoranza e prigionia nella propria
condizione
Ritegno o ipocrisia.

Bianco parassita
affascinante colonia:
tutto questo
è la mia donna…

Tutto questo è la loro donna!