Angolo Poetico tratto da “Di rose che si aprono nell’acqua” Idea Vilariño Libri Bompiani

 

 

“Sprofondavo nei giorni profondi e caldi

nella mia anima profumata,

nelle notti assurde e serene.

Più niente oggi in cui sprofondare.”

 

“Ciò che provo per te,

così doloroso

come la povera luce delle stelle

che ci arriva dolorante, affaticata.

Ciò che provo per te,

che a volte tuttavia fa tanta strada

senza poi sfiorarti.”

 

“Mare d’oblio, profondo oceano d’ombra,

anche di me fai notte assoluta e senza eco,

mare d’oblio, profondo oceano d’ombra.

Ti libri dolcemente

sul mio corpo ferito mare d’oblio,

profondo oceano d’ombra

e divento mano a mano che cancelli il mio destino

mare d’oblio, profondo oceano d’ombra.”