“Madame Vitti” Marco Cosentino Domenico Dodaro Sellerio Editore

 

 

“Madame Vitti”, pubblicato da Sellerio Editore, è la storia di una donna intraprendente e coraggiosa.

Maria ha lasciato, insieme alla famiglia, Gallinaro, un paese in provincia di Frosinone.

Si è unita ai tanti che cercano fortuna in Francia e il lungo viaggio a piedi è premessa di una scalata ripida.

Bellissima Parigi accoglie i migranti offrendosi con le sue lusinghe.

Siamo in pieno Ottocento e i fermenti culturali attraggono la giovane protagonista.

Si propone come modella e non ha incertezze nel farsi ritrarre nuda.

Comprende che il suo corpo è al servizio dell’arte e con una libertà mentale insita nella sua natura supera ogni pregiudizio.

Sa che per uscire dalla schiavitù della povertà sempre in agguato deve saltare il fosso della sua condizione, utilizzare l’intelligenza.

Riesce ad aprire un’Accademia per sole donne, unica in una città dove tante sono le scuole frequentate da uomini.

Il romanzo è un intrigante viaggio nel mondo della Cultura, in quel polo da dove nasceranno nuovi stili e progetti.

Il lettore è immerso in una dimensione dove ogni incontro è così documentato da apparire vero.

Si respira aria di cambiamento, di confronto, di crescita.

Ogni artista fa parte di questo splendido affresco.

“Un giorno ci saranno donne che verranno ricordate per quello che sono, senza riferirsi a loro per via di un marito, o di un padre.

E quando succederà…”

Le parole di Rilke prefigurano un tempo a venire ma quella rivoluzione è già in atto grazie ad una figura speciale.

Ha lottato, ha difeso i suoi progetti, ha rinunciato a parte di sè.

Ha conosciuto amore e disamore, ha trasformato ogni giorno in esperienza.

Non ha tradito le sue radici italiane, ha conservato la purezza, ha azzerato in parte le disparità di genere: un’eroina da non dimenticare.

Marco Cosentino e Domenico Dodaro ci hanno regalato il passato glorioso e ci hanno insegnato che:

“Nessuno invecchia mai, se non si guarda allo specchio.

Il mondo intorno rimane giovane e desiderabile, anche se non ti vuole più.”

Restano i sogni realizzati, le orme di ciò che hai costruito, la forza di volontà.