Incipit scelto da @CasaLettori: “Quel tipo di ragazza” Elizabeth Jane Howard Fazi Editore

Titolo: “Quel tipo di ragazza”   

Autore: Elizabeth Jane Howard

Casa Editrice: Fazi Editore

Collana: Le strade

Anno di pubblicazione: 2022

Incipit:

“Quel tipo di ragazza” mostra quanto sia facile distruggere le stabilità emotive

“«No che non mi dispiace, figurati».

Con indosso la giacca del pigiama di lui, stava spalmando della marmellata di ciliegie su una fetta di pane tostato.

Si fermò un attimo a pensare e poi aggiunse:

«Sarà bello avere qualcuno con cui parlare quando sei a Londra».

Edmund Cornhill tacque e guardò la moglie per qualche istante. In momenti come quello, si disse, all’abituale devozione che provava per lei si aggiungeva un tratto decisamente erotico.

Ciò che amava di lei, continuò a rimuginare – era un uomo costantemente assorto in un monologo interiore di cui ben poco arrivava all’orecchio di altri esseri umani –, era la sua capacità di razionalizzare qualunque sacrificio lui le chiedesse di compiere.

E non si limitava a dire che una cosa le andava bene, ma spiegava anche il perché e ovviamente il più delle volte aveva ragione.

Adesso era a letto, un luogo dove, per Edmund, le mogli non sostavano mai a sufficienza: lui non le permetteva di alzarsi prima della sua partenza per Londra o comunque dell’inizio della sua giornata.

«Le righe ti donano», osservò.

«Davvero?».

«O forse sono il rosso e il blu che ti si addicono in modo particolare.

Mi ricordi una di quelle deliziose commedie anteguerra, in cui la ragazza si ritrova a passare la notte fuori».

Subito lei disse, come lui si aspettava:

«Mi piace tanto il blu».

«È stata male. O almeno così sembra».

«Avevo capito che Clara ti aveva detto che le serviva solo un periodo di riposo».

«Ha detto così, infatti.

Ma poi ha aggiunto che era stressata e aveva bisogno di cambiare aria… la linea era disturbata».

«Da dove telefonava?».

«Da Lucerna.

Ma non si ferma a lungo, ha detto.

È diretta a Parigi».

«Caspita», disse educatamente Anne.

Anne era sposata con Edmund da quasi dieci anni, e la moderata curiosità che inizialmente aveva provato verso l’ex matrigna di lui e i suoi continui spostamenti si era da tempo esaurita.

Da qualche parte doveva pur trovarsi, si diceva Anne, e in base alla sua limitata esperienza quasi sempre era diretta altrove.

Per starle dietro ci voleva un interesse ben maggiore del suo.

A Edmund invece interessava: per strano e patetico che fosse, vedeva la sua saltuaria e superficiale relazione con quella donna come una specie di piuma araldica da appuntare al cappello.

Ogni volta che Clara era in Inghilterra, prendevano il tè insieme al Claridge; ogni Natale le mandava un costosissimo biglietto di auguri ed eseguiva con diligenza tutte le assurde commissioni che lei gli assegnava scrivendole a caratteri cubitali su cartoncini di prima qualità.

Lui la chiamava Clara e lei lo chiamava “caro“.

«Ti ricordi quella volta che abbiamo tenuto con noi il pappagallo di Clara?».

Edmund drizzò la schiena sollevando il vassoio della colazione.

«Certo che mi ricordo. Perché?».

«Nulla. Stavo solo ripensando a quanto si annoiava. Tutto qui».

«I pappagalli si annoiano per natura: Clara non c’entra affatto».”

Editore:

Sfoglia il Catalogo della casa editrice.

Autore: 

Elizabeth Jane Howard, figlia di un ricco mercante di legname e di una ballerina del balletto russo, ebbe un’infanzia infelice a causa della depressione della madre e delle molestie subite da parte del padre. Donna bellissima e inquieta, ha vissuto al centro della vita culturale londinese della seconda metà del Novecento e ha avuto una vita privata burrascosa, costellata di una schiera di amanti e mariti, fra i quali lo scrittore Kingsley Amis. Da sempre amata dal pubblico, solo di recente Howard ha ricevuto il plauso della critica. Scrittrice prolifica, è autrice di quindici romanzi. La «Saga dei Cazalet» è la sua opera di maggior successo, con otto milioni di copie vendute. Fazi Editore ha pubblicato il romanzo Il lungo sguardo nel 2014 e i primi tre capitoli della saga: Gli anni della leggerezza nel 2015, Il tempo dell’attesa e Confusione nel 2016. Nel 2019, sempre per Fazi, esce Le mezze verità.

Condividi questo Incipit

Altri Incipit scelti da CasaLettori