“Il libro delle case” Andrea Bajani Feltrinelli Editore

 

“La casa dei ricordi sfuggiti alla memoria di Io esula da qualsiasi localizzazione, è una piega dello spazio – tempo.

Difficile dire se stia ferma o in movimento, se sia soggetta alle forze del cielo o della terra.

La casa dei ricordi fuoriusciti è la scatola nera di ciò che non ricorda, contiene quello che persino la memoria ha rifiutato, anche se è successo.

Di certo è ciò che consente a Io di dire Io continuamente sapendo di mentire.”

“Il libro delle case”, pubblicato da Feltrinelli Editore, è la poetica dell’esistenza.

Viaggio nei luoghi che diventano protagonisti.

Pareti, oggetti, mobili raccontano infinite storie.

Infanzia, adolescenza in un tumulto di incontri dove si sperimenta la relazione.

Padre, Madre, Nonna, Sorella sono sospesi in una dimensione che esplora il soggetto.

Ne legge impercettibili scarti caratteriali, li immortala in foto che appaiono sfocate.

Bisogna imparare a mettere a fuoco le immagini che Andrea Bajani ci regala.

Il romanzo è diviso in capitoli e in ognuno c’è un frammento di esistenza.

Saranno le case a delimitare il confine tra il se e gli altri, a proporre un modo nuovo di considerare gli spazi fisici e mentali.

Le frasi hanno la consistenza di un vento leggero, il vento di una narrazione esuberante, ricca di simboli e nascondigli interiori.

Entreremo nella “Casa del persempre”, stupiti da tanta creatività, nella casa del recinto “dove l’infanzia è troppo scheggiata perché la si possa maneggiare senza farsi male.”

Conosceremo il ring dove si lotta con la parola, capiremo che “padre è anche figlio.”

Sentiremo sulla pelle le vibrazioni di Torino e Roma, estreme rappresentazioni di una bellezza antica.

Vivremo la Storia attraverso due personaggi che nella assoluta diversità sono stati martiri di un’idea.

L’adulterio, l’amore, la sepazione: tratti da percorrere affidandosi alla sensibilità dello scrittore.

Piangeremo, rideremo e proveremo ad inseguire “I ricordi fuoriusciti” nella certezza di aver attraversato la letteratura, quella che fa battere il cuore e arricchisce la mente.