“Bobi” Roberto Calasso Adelphi Edizioni

 

“I talenti non mancavano – anzi, a distanza di qualche decennio, fa quasi spavento pensare a quella profusione imponente, se si guarda alla pochezza di ciò che le fece seguito -, ma qualcosa mancava.

E forse l’essenziale.

Bazlen fu per me quell’essenziale.”

La cura delle parole, la dolcezza degli accostamenti fonetici, il ritratto di un’epoca: “Bobi”, pubblicato da Adelphi Edizioni, si legge con grande emozione.

È testamento di un uomo che ha segnato la cultura internazionale, ha proposto nuovi stili letterari, ha scoperto autori italiani e stranieri.

Ha edificato un patrimonio che gli sopravviverà.

Basta sfogliare il Catalogo di una delle più prestigiose case editrici per sentire la sua impronta, per comprendere quante e quali svolte sia nel campo della narrativa sia in quello della saggistica sono state orchestrate da Roberto Calasso.

Ci mancherà quella cosmogonia di pensieri che facevano accedere al mondo, un mondo variegato che aveva come protagonista sempre l’uomo e il suo incedere.

“Prima che dilagasse la parola boom, via Margutta era una tranquilla strada di paese, ricolma di botteghe di corniciai, copisti – e qualche antiquario ambizioso.”

La cartolina di una città con colori che virano verso una tenera nostalgia.

Attraversiamo strade e piazze, scopriamo piccoli dettagli, ci fermiamo davanti a una fontana, assaporiamo il tè in una sala “rigorosa e piacevolissima.”

In queste passeggiate ritroviamo una magia antica, che nasce ed arriva fino a noi attraverso il filtro di una lingua colta e carezzevole.

“Tutto quello che Bobi diceva sui libri era ciò che più mi attirava, mi colpiva e poi rimurginavo, provando a collegare i punti, talvolta lontanissimi.”

L’amicizia con Bazlen, detto Bobi, si fonda su un reciproco scambio, è amplificazione di conoscenza, dialogo e confronto.

Gli stralci di scritti accompagnati da brevi commenti aiutano a decifrare un personaggio che ebbe un certo carisma nell’ambiente intellettuale.

Città, osservazioni, pensieri, rivelazioni e rigorose critiche, incontri con poeti e scrittori e libri, tanti libri.

Il ruolo di una casa editrice, la determinazione nella scelta dei testi da proporre: un viaggio che ci permetterà di vedere “il dettaglio luminoso”, la luce che dona bellezza e pace tra onde che ci trasporteranno “in ogni direzione.”