“Casa Balla Dalla casa all’universo e ritorno” Marsilio Editore

 

Visitare Casa Balla è un’emozione incredibile.

Un progetto ideato dal MAXXI e sviluppato da un’equipe che ha voluto regalare a Roma un testamento artistico prezioso.

Marsilio Editore ha avuto l’idea brillante di proporre questa incredibile esperienza in “Casa Balla Dalla casa all’universo e ritorno”.

Ad accompagnarci nella visita guidata artisti e scrittori che arricchiscono le foto con le loro argute riflessioni.

Oggetti, quadri, arredi, ceramiche, dipinti, abiti: si torna indietro nel tempo, partecipi di un fermento che rappresentò un’avanguardia stilistica e di pensiero.

Colpiscono gli abbinamenti dei colori, le sfumature dei verdi, i contrasti tra le pareti e i quadri.

Un luogo vivo dove in un angolo un originale attaccapanni mostra un cappello da donna azzurro intenso e una giacca dal taglio di sbiego.

Piatti sul tavolo e una credenza bianca, essenziale, minimalista.

Lo studio del pittore, tele e cavalletti in un disordine vitale.

“Dalla grafica al design, all’arte, all’architettura, alla performance, alla dimensione del digitale.”

Il progetto di un negozio con linee parallele e piccoli ma curiosi dettagli: la ricostruzione è così perfetta da far girare la testa.

Si perde la cognizione del tempo mentre si ammirano i giochi di luce.

Si sconfina “in una dimensione supplementare dell’esistere”, un viaggio tridimensionale.

Interessante l’accostamento ad una architettura contemporanea, da Carlo Benvenuto e le sue foto, al coreografo Alex Cecchetti,  alle interazioni caleidoscopiche di Jim Lambie.

A chiudere l’opera fotografie in bianco e nero che lasciano immaginare il percorso immaginifico di Balla.

Un gioiello che connette passato e presente, ricorda che bisogna sperimentare, innovare, contaminare.