“Eichmann Dove inizia la notte” Stefano Massini Fandango Libri

“Dove comincia e perché comincia il male.

Ci sarà un momento, preciso, in cui prende forma.

O no?

Deve esserci.

Tutto ha un inizio.

Quell’ attimo impercettibile in cui si passa dal nulla al qualcosa.

È questo che cerco io, da lei.”

Le parole di Hannah Arendt sono immediate, decisive.

Impossibile fuggire di fronte a una domanda che nasce con l’uomo.

Non ci sono scorciatoie e in quella voce, che percepiamo come corale, pure le virgole scandiscono un tempo, il tempo della Verità.

“Eichmann Dove inizia la notte”, pubblicato da “Fandango Libri nel 2020, è la rappresentazione teatrale di vittima e carnefice.

Il ritmo non lascia spazio al lettore, invade il pensiero, diventa una presenza inquietante.

Non due attori in scena, ma un uomo e una donna, nella nudità estrema, quella che non conosce veli.

Si fronteggiano in un susseguirsi di battute mentre il tempo si raggela in un’eternità priva di redenzione.

 “Esistono delle responsabilità. Che stanno oltre quello che deciso io o che decide lei. Errori.”

Sei milioni di ebrei: l’umanità. Questa è Storia, una Storia che pesa come un macigno sulle coscienze.

“Dove era giusto arrivare? C’era un livello giusto? Esisteva?

Chi è veramente il gerarca nazista? Quali i passaggi che hanno messo in moto la Macchina dell’orrore?

Stefano Massini parla di libertà, di scelta, di consapevolezza.

Ci fa riflettere sul ruolo del potere, rappresentato da una divisa.

“Capire. Io lo devo a quella gente.

Devo capire per loro, perché almeno abbia un senso.”

Cala il sipario, torna il buio e due figure dalle loro distanze siderali lasciano un segno che nessuno potrà cancellare.

Nell’incontro con la razionalità prevale la conoscenza anche quando è scomoda.

Un testo lacerante ma indispensabile.

Necessario compagno per comprendere il senso della dignità e del coraggio, per non dimenticare e soprattutto per interrogarsi senza permettere al vocio confuso della massa di imporre risposte scontate.

 

 

 

 

 

Anteprime letterarie

 

“Dove comincia e perchè comincia il male.

Ci sarà un momento, preciso, in cui prende forma.

O no?

Deve esserci.

Tutto ha un inizio.

Quell’attimo

Impercettibile

In cui si passa dal nulla al qualcosa.”

“Eichmann Dove inizia la notte” un dialogo fra Hannah Arendt e Adolf Eichmann

Stefano Massini Fandango Libri

 

In libreria il 16 gennaio 2020