Copertina "Autobiografia per sommi capi" George Orwell Mattioli 1885

Recensione di @CasaLettori: “Autobiografia per sommi capi” George Orwell Mattioli 1885

In breve

Separatore sito casalettori

Copertina "Autobiografia per sommi capi" George Orwell Mattioli 1885Titolo: Autobiografia per sommi capi

Autore: George Orwell

Casa Editrice: Mattioli 1885

Collana: Passaggi

Anno di pubblicazione: 2022

Recensione

Separatore sito casalettori

“Questa antologia nasce da una selezione in chiave autobiografica della gigantesca produzione giornalistica e saggistica di Orwell.

Il lettore potrà vedere da dove provenisse la lungimiranza dello scrittore britannico.”

 

Nella prefazione a “Autobiografia per sommi capi”, pubblicato da Mattioli 1885 e tradotto da Francesca Cosi e Alessandra Repossi, Alessandro Gnocchi traccia le parallele dell’itinerario che ci aspetta.

Nel sottolineare le turbolenze del XX secolo mette in luce lo spirito critico e l’indipendenza creativa dell’autore.

Ne evidenzia la caratterialità e la capacità di essere “profeta” inascoltato.

Riassume gli eventi che lo videro protagonista mai soggiogato a nessun potere.

Interessante la scelta dei testi, molti inediti in Italia, e leggendo si ha la sensazione di assaporare la Storia, cogliendo non solo la cronologia ma avendo l’opportunità di elaborare una propria valutazione.

Di George Orwell conosciamo le opere immortali, il suo stile, i cambiamenti di prospettiva personali.

Da “La fattoria degli animali” a “1984” c’è un costante filo rosso che si intravede ma solo studiando “Autobiografia per sommi capi” riusciamo a comprenderne la potenza innovativa.

“Appena mi metto a scrivere un libro non mi dico《adesso produrrò un’opera d’arte》.

Lo scrivo perchè ci sono bugie che voglio smascherare e fatti su cui voglio richiamare l’attenzione e all’inizio l’unica cosa a cui punto è di essere ascoltato.

Ma non potrei portare a termine la stesura di un libro o anche solo di un lungo articolo di giornale se non fosse anche un’esperienza estetica.”

 

In poche righe è concentrata una filosofia che rende giustizia alla parola scritta, la incanala in un progetto ben più vasto.

L’esperienza nel Collegio, le pene corporali, il costante senso di inadeguatezza non sono solo un resoconto individuale.

Aprono una breccia sui metodi educativi adottati dell’infanzia.

“Non è facile far capire agli adulti quel senso di ansia, di tensione crescente, come se dovessimo prepararci ad un combattimento dal quale dipendeva tutto, man mano che si avvicinava la data dell’esame di ammissione.”

 

I primi dubbi su una religione basata sul terrore, la necessità di recuperare i ricordi d’infanzia per rendersi conto “di quanto sia incredibilmente distorta la visione infantile del mondo”, la condanna all’imperialismo, il vagabondaggio, la condizione dei mendicanti, un viaggio in Marocco: ogni articolo parte da una descrizione accurata e si concentra nel finale su analisi di una lucidità che lascia senza parole.

Il ruolo del recensore, la spietata osservazione del lettore medio, le differenze sociali, le prime poesie, i classici e il rischio di essere abbandonati sugli scaffali: una varietà di tematiche che, sembrerà strano, ci aiutano a discernere e a giudicare il nostro presente.

“È solo questione di decidere da che parte stare e quale approccio adottare.

E più si è consapevoli delle proprie inclinazioni politiche, maggiori probabilità ci sono di agire politicamente senza sacrificare la propria integrità estetica e intellettuale.”

 

Un messaggio che suona come monito da non dimenticare.

Editore

Sfoglia il Catalogo della casa editrice.

Separatore sito casalettori

Autore

Foto di George Orwell

George Orwell, pseudonimo di Eric Arthur Blair (Motihari, 25 giugno 1903 – Londra, 21 gennaio 1950), è stato uno scrittore, giornalista, saggista, attivista e critico letterario britannico.

Conosciuto in vita come un giornalista e opinionista politico e culturale, oltreché prolifico saggista e attivista politico-sociale. Orwell è generalmente considerato uno dei maggiori autori di prosa in lingua inglese del XX secolo.

Condividi questa recensione!

Separatore sito casalettori

Altre recensioni

Separatore sito casalettori
#LuceEOmbra a @CasaLettori
Copertina
#ParoleConLaR a @CasaLettori
#AlbumDiPensieri a @CasaLettori
#ParlandoDi a @CasaLettori
#RitrattiNelTempo a @CasaLettori
Scaffale di Casa Lettori