“La ragazza dal fazzoletto rosso” Činghiz Ajtmatov Marcos Y Marcos

 

“Forse avremmo dovuto viaggiare all’infinito, per non lasciarci più.”

L’incontro tra Il’Jas e Asel’ scatena una magia.

Un camionista e una giovane donna in un paesaggio sperduto e arido.

A fare da cornice le montagne, simbolica rappresentazione di un limite invalicabile.

La ragazza è promessa sposa ad un parente come è in uso nella sua comunità.

Disobbedire significa recidere i legami con la famiglia d’origine.

L’amore dà coraggio e “l’esile pioppo” si fa albero dalle fronde larghe.

“La ragazza dal fazzoletto rosso”, pubblicato da Marcos y Marcos e tradotto dal russo da Ljlijana Avirovič, è una storia delicata, un fiore che nasce spontaneo.

La semplicità della vita in comune, la nascita del primo figlio: tutto perfetto.

E da questa perfezione siamo attratti, desiderosi di respirare insieme ai protagonisti l’atmosfera poetica e romantica.

Ma spesso le perfezioni si incrinano, basta un piccolo guizzo del destino e le carte si confondono, i colori si incupiscono.

La felicità subisce uno strappo e tutto precipita.

Činghiz Ajtmatov ci fa percepire l’estasi e ci fa precipitare dal burrone.

Mette alla prova la nostra resistenza e mentre cerchiamo di dare una spiegazione logica agli eventi abbiamo un’illuminazione.

Il tracollo avviene per un atto di presunzione, il bisogno di sfidare se stessi e la Natura.

Sentirsi invincibili senza fare i conti con le proprie forze.

Lo scrittore, da sempre impegnato sul fronte delle battaglie ambientaliste, costruisce un canovaccio educativo.

Nel testo tante sono le virate narrative interessanti che ci fanno apprezzare la originalità dell’autore.

La ricostruzione degli eventi avviene su un treno e testimone della lunga confessione è un giornalista.

Niente è casuale, ogni scelta ha un suo preciso obiettivo.

Certamente forte è la denuncia di una mentalità chiusa e dello sfruttamento sul lavoro.

Una prova letteraria che conferma la cifra stilistica di Činghiz Ajtmatov e quell’intrigante oscilllazione tra poli opposti.

Quali?

Leggete il romanzo e lo scoprirete.