“I ragazzi di Cota Street” Melissa Anne Peterson Jimenez Edizioni

 

“I ragazzi di Cota Street”, pubblicato da Jimenez Edizioni e tradotto da Gianluca Testani, è il volto di un’America sfregiata dalle differenze di classe.

Voce di giovani che vedono sgonfiarsi i sogni e nel rincorrerli perdono sè stessi.

Povertà ideologica causata da una scuola che non sa accogliere.

Miraggi colorati offerti da droghe che uccidono la speranza.

Voglia di crescere e sentire il peso dell’età adulta riflesso negli occhi spenti dei genitori.

“La mia sopravvivenza non significava niente.

Sarei sempre stata una creatura selvaggia raggomitolata.

Esultante solo per brevi momenti durante i periodi di abbondanza.

Il benessere era effimero.

La passione labile.”

Vera è espressione del suo tempo, indomita giovane tradita dalla vita.

“Il mio corpo era alto e allampanato.

Ero brutta e mascolina, portavo jeans bucati e vestiti sporchi.

Avevo i capelli tinti di biondo che mi cadevano sulle spalle in lunghe ciocche unte.

Insaziabili occhi azzurri.

Uno sguardo che ti inchioda.”

Nella sua fuga senza meta c’è la simbologia del viaggio come ricerca di un Altrove.

Affannata sperimentazione della frattura tra il prima e il dopo.

Melissa Anne Peterson ha un esordio narrativo brillante.

Costruisce il romanzo attraversando con umanità i sentieri scoscesi del fallimento, annunciando eventi che piano piano escono dalle nebbie.

Crea suspense dosando indizi che preannunciano perdizione.

Racconta le trasformazioni sociali di una Terra che non accetta gli sconfitti.

Offre alle donne il tempo del ripensamento.

“Le famiglie non erano raccontate nei libri importanti con le copertine rigide.

Le difficoltà si incollavano implacabilmente alle loro salde dita di generazione in generazione.

Ogni famiglia ne veniva toccata.”

I silenzi si riempiono di ombre, l’amore è possesso di corpi che mancano di carezze.

Il tempo si riempie di rimpianti mentre la nebbia avvolge come madre.

Poetico, visionario, duro e intransigente.

Provocatorio, caustico e realistico.

Ogni pagina è scarica di adrenalina in un crescendo che illuminerà la Verità.

Mentre l’infanzia si fa tempesta e il fuoco divampa restano le orme di una generazione che si è sentita invulnerabile.