“Lei e il suo gatto” Shinkai Makoto Nagakawa Naruki Einaudi Editore

 

Una favola moderna che con una scrittura soave racconta il presente.

Colpisce la grazia nella scelta dei fonemi, la pacatezza di una parola che si fa interprete di un quotidiano non privo di ostacoli.

Sciolti e divertenti i dialoghi perfettamente integrati al testo in un’originale invenzione letteraria.

“Lei e il suo gatto”, pubblicato da Einaudi Editore e tradotto da Anna Specchio, si esibisce in una danza di voci.

Resterete sorpresi quando vi accorgerete che tra i protagonisti ci sono i gatti.

Un mondo sconosciuto che prende vita, si anima, mostra le indecisioni, i sogni, le gioie dei nostri amici felini.

Dalla penna del regista Shinkai Makoto e della sceneggiatrice Nagakawa Naruki nasce una struttura narrativa che oltre ad essere libro è anche un manga.

Questa mescolanza di stili è carta vincente e regala il ritmo accelerato del fumetto.

Altra assonanza è legata all’illustrazione, cioè alla capacità di creare immagini immediate, rapide e al contempo ricche di simbologie.

Miyo è una ragazza che sta sperimentando spazi autonomi, una casa, un lavoro.

Il casuale incontro con il piccolo Chobi stabilisce un legame forte, una ancora di salvezza nella solitudine di una città frenetica e distante.

C’è così tanta umanità da restare sorpresi ed osservandoli si è percorsi da un fremito di gioia.

Finalmente un testo educativo che ci permette di vedere con occhi nuovi il rapporto con gli animali domestici.

Il nostro e il loro bisogno di coccole, la condivisione che non ha bisogno di un linguaggio comune.

Altre figure si uniscono intrecciando frammenti di vite.

Ne esce il quadro lucido, razionale di una generazione in cerca di punti fermi.

Zattere in un mare in tempesta provano ad instaurare amicizie, a far nascere amori.

Ma c’è qualcosa in sottofondo, una musica stonata dove non sempre si riescono a spezzare diffidenze ed equivoci.

Tanti i passaggi poetici nella scansione delle stagioni, nel ticchettio della pioggia, nella bellezza di un paese come il Giappone dove l’armonia prorompe in ogni angolo.

I piatti tipici, i profumi, la riservatezza e la tenacia, i progetti e le piccole conquiste sono lo sfondo dai colori tenui.

“Doveva senz’altro essere il battito del cuore del mondo.

Un mondo energico, immenso e perfetto.”

E questo battito, questa vitalità del Cosmo la percepiamo e sappiamo che ne siamo parte.

Una esperienza bellissima che ci fa comprendere una grande verità.

“I sentimenti delle persone sono invisibili agli occhi.”

Non bisogna arrendersi.

Si troverà la strada per camminare insieme.