“L’Italia è un sentiero” Natalino Russo Laterza

Perché camminare può essere un atto rivoluzionario?

“Crea consapevolezza”, permette di osservare luoghi e persone, “tornare ad occuparsi di se stessi”.

Natalino Russo in “L’italia è un sentiero”, pubblicato da Laterza, propone itinerari interessanti, poco noti e non citati nelle guide turistiche.

Invita a fare nostro il motto “ambulo ergo sum”, a ritornare a guardarci intorno con occhi curiosi.

La tecnologia ci ha disabituati ad ascoltare il nostro monologo interiore, disgregando pensiero e azione.

Spostarsi a piedi rimette in moto la voglia della scoperta, invita a leggere il paese come una mappa storica e geografica.

L’Appia Antica con il suo “silenzio magico e ristoratore”, la via Francigena che affonda radici in un passato antichissimo, la passeggiata sull’Aspomonte, regno incontrastato di briganti e malfattori: un viaggio che si snoda tra i ricordi dell’autore e le ricerche letterarie.

Dai Sabini ai più recenti camminatori il libro riesce a mantenere spirito critico nel raccontare.

Non mancano gli aneddoti, le battute ironiche che alleggeriscono un testo colto, ricco di citazioni. Come diceva Ippocrate: “Se sei triste fai una passeggiata” e se vuoi cambiare uno stile di vita sedentario questo è il libro per te. Buona camminata.