Agenda Letteraria del 28 marzo 2020

  “Poteva dormire, lì era al sicuro, non v’era nulla che avrebbe potuto costituire una minaccia, era felice di ritornare alla villa, al giardino, la scuola era lontana. Già, la […]