“Oreo” Fran Ross SUR

 

“Oreo”, pubblicato da SUR, è una miscellanea di stili narrativi, un’esplosione di creatività, una divertente rivisitazione del Mito di Teseo.

La scrittura costruisce un intenso puzzle di personaggi che sembrano usciti da un museo dell’assurdo.

Descritti con una dialettica frizzante si materializzano come per incanto e caratterizzano un modo di essere.

È un’umanità variegata dipinta con colori accesi e nell’intersecarsi tra loro dimostrano quanto l’improbabile sia possibile solo se abbiamo voglia di osservarlo.

La protagonista mostra immediatamente una personalità che saprà imporsi uscendo da ogni canone psicologico.

Fran Ross non si esime con tono canzonatorio a mostrare le crepe di una società razzista e con incredibile bravura opera la dissacrazione della “famiglia felice”.

“Scegliete la stagione che più vi aggrada.

In un volume di questa lunghezza l’estate è la più logica: evita di sprecare pagine su pagine a descrivere persone che si infilano e si sfilano il cappotto.”

Dalle equazioni mentali che seguono un ragionamento logico, a quiz sulla figura di Gesù, alle strampalate lettere di Helen: non si corre il rischio di annoiarsi.

Il viaggio alla ricerca del padre è una meravigliosa allegoria del bisogno di ritrovare le proprie radici.

Una necessità profonda che l’autrice afroamericana sottolinea mostrando quanto sia complesso accettare ed essere accettati.

Per i lettori “frettolosi” una sorpresa: una chiave di lettura che dimostra quanto la letteratura sia aperta a più interpretazioni.

Non resta che divertirsi a coglierle.