“La vigilia di Natale di Mrs Parkins” Sarah Orne Jewett Mattioli 1885

 

La scrittura di Sarah Orne Jewett ci regala una infinita pace.

Arriva da un tempo che non esiste più e ci incanta permettendoci di ricordare l’emozione provata leggendo i nostri primi classici.

La bellezza di un paesaggio, la purezza della Natura incontaminata, il frastuono della tempesta e la neve con i suoi fiocchi a creare un’atmosfera paradisiaca.

L’attenzione e la cura nel costruire la frase, la delicatezza nella scelta di un aggettivo che diventa suono, la scansione lenta di un presente rallentato.

Vissuta nell’Ottocento nel New England, riesce a restituire le abitudini, i riti quotidiani, l’anima della sua terra.

“”La vigilia di Natale di Mrs Parkins”, pubblicato da Mattioli 1885 e curato da Livio Crescenzi e Tonina Giuliani, è una raccolta di racconti che scaldano il cuore.

Protagoniste donne comuni che nell’evolversi della trama subiscono una trasformazione.

Ed ecco che il genere letterario si inerpica nel campo della spiritualità e del risveglio.

Non ci sono forzature, sono gli eventi e gli incontri a spingere verso una nuova luce interiore.

Domina l’imprevisto che di volta in volta diventa dono.

È come se la scrittrice ci invitasse a credere ai miracoli, ad aspettare che la bufera passi nella certezza che tornerà la primavera.

“Nemmeno lontanamente aveva sognato cosa avrebbe portato nella sua vita quella vigilia di Natale…”

A spezzare la narrazione è costante l’attesa grazie ai piccoli segnali che l’autrice disperde nel testo con grande maestria.

“Sono sicura che, leggendo queste pagine, si penserà esattamente quello che ho pensato io raccontando questa storia.. e cioè che si tratta di una catena i cui anelli sono uniti insieme in modo sorprendente.”

Non è forse questa l’esistenza, una concatenazione che spesso sfugge alla nostra attenzione?

Forti i sentimenti di solidarietà, amore per il prossimo, rispetto per gli altri.

Un piccolo e prezioso compagno per le giornate buie quando non si riesce a vedere l’azzurro del cielo.